Scalvini: «La rabbia ci darà l’opportunità di fare di più in finale di Europa League»

Dopo aver perso la finale di Coppa Italia contro la Juventus, l'Atalanta si prepara per l'altra finale, ovvero quella di Europa League. La Dea affronterà il Bayer Leverkusen a Dublino il prossimo mercoledi. In vista della grande partita, Giorgio Scalvini ha parlato in mixed zone nel Uefa Media Day organizzato dal club. Queste le sue dichiarazioni raccolte da ADNKronos.

Scalvini sulla finale di Coppa Italia

“La finale? Fa sempre male perderla ma abbiamo dato tutto, c’è stato grande impegno da parte di tutti. In campionato abbiamo adesso una qualificazione in Champions da pensare, è stata la mia prima finale ed è stata un’esperienza da cui imparare tante cose”.

Scalvini verso la finale di Europa League

“Verso mercoledì, adesso seguiamo le indicazioni importanti del mister. Affronteremo una squadra che gioca molto bene a calcio e che ha molta qualità, lo hanno dimostrato in tante occasioni. Ma adesso andiamo a Lecce e per il momento la partita di sabato più importante, per noi è un’altra finale, vincendo siamo matematicamente in Champions e sarà una spinta per la finale. Le caratteristiche del Bayer Leverkusen le vedremo nei prossimi allenamenti e con i video, io mi sento bene, ormai ho ripreso condizione. La stagione mi ha aiutato molto a crescere sia a livello calcistico che come persona, affrontare diverse situazioni che non avevo affrontato mai. Abbiamo ritrovato Toloi ma mi dispiace per Marten (de Roon, ndr). Ci teneva tanto a questa finale. La tifoseria è stata fantastica ieri sera, ci ha dato una spinta fondamentale. È normale avere rabbia, ci offre la consapevolezza e l’opportunità di fare qualcosa in più da parte di tutti”.